Back to all Post

La Reggia in musica. Il Cherubini a Palazzo Pitti

Torna la musica per tutti alla Sala Bianca di Palazzo Pitti, con una serie di concerti dei maestri del conservatorio fiorentino. Le esibizioni avranno cadenza settimanale, ogni sabato alle ore 11, e in questa prima programmazione si concluderanno sabato 5 settembre, con la sola interruzione di sabato 15 agosto.

Le Gallerie degli Uffizi e il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze si sono uniti per offrire, concerti musicali aperti a tutti i visitatori della Reggia medicea. Nei mesi di luglio e agosto l’iniziativa propone un programma che coinvolge allievi e docenti della scuola. Le esibizioni saranno ogni sabato alle ore 11 e dureranno ciascuna non più di 40 minuti, con una varietà di proposte che suscita curiosità e promette un’esperienza densa di emozioni.

L’accesso è incluso nel biglietto del museo, fino ad esaurimento posti.


 

Il Direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt: “Questi concerti estivi ribadiscono l’unione delle arti nel Museo, organismo vivo che deve offrire al visitatore un’esperienza completa. Lo spazio meraviglioso della Sala Bianca di Palazzo Pitti, nato per la musica, riprende così il suo ruolo originario. Nella Galleria Palatina è conservato un capolavoro come le Tre età dell’Uomo di Giorgione, che con la metafora musicale celebra la vita: ora i migliori maestri del Conservatorio fiorentino portano la musica vera tra le opere del Museo, facendo palpitare di nuova vita le collezioni”.

Il Direttore del Conservatorio Cherubini Maestro Paolo Zampini: “Ripartire con i nostri concerti in un luogo così prestigioso come la Sala Bianca di Palazzo Pitti ci riempie di soddisfazione. Con questa collaborazione il Conservatorio Cherubini consolida il suo rapporto con la città di Firenze e con Le Gallerie degli Uffizi, rapporto già attivo da molti anni con la presenza della collezione dei nostri strumenti storici alla Galleria dell’Accademia e con gli innumerevoli concerti tenuti nelle sedi museali cittadine”.


Sabato 4 luglio 2020 – ore 11
Omaggio a Beethoven

Quartetto Ibisco
Alice Zanolla – violino I, Giulio Maria Mennitti – violino II
Pietro Romagnoli – viola, Viola Zanolla – violoncello
Quartetto Astro
Giulio Maria Mennitti – violino I, Filippo Barsali – violino II
Simon Martin Pühn – viola, Leonardo Ristori – violoncello

Musiche di Mendelssohn, Beethoven


Sabato 11 luglio 2020 – ore 11
Atmosfere d’Europa Barocca

Elena Casaglia – soprano
Sabina Caponi, Tomonori Tasato – alto
Valdrin Gashi – baritono
Giacomo Benedetti, Cecilia Iannandrea – organo
Alessio Casinovi, Giacomo Benedetti – clavicembalo

Musiche di Buxtehude, Vivaldi, Bach, Grandi, Frescobaldi, Haendel, Rameau


Sabato 18 luglio 2020 – ore 11
Musica italiana tra Cinquecento e Seicento

Elena Casaglia – soprano
Beatriz Oyarzabal Piñan, Francesca Cataoli – mezzosoprano
Gabriele Giunchi – clavicembalo

Musiche di Haendel, Frescobaldi, Riccio, Carissimi, Ferrini, Monteverdi, Palestrina, Storace, Rossi


Sabato 25 luglio 2020 – ore 11
Un mantice a cavallo dei secoli

Antonio Saulo – fisarmonica

Musiche di Pachelbel, Bach, Scarlatti, Angelis, Voytenko,
Piazzolla, Rossini


Sabato 1 agosto 2020 – ore 11
Virtuosismi chitarristici nell’Ottocento

Livia Bausi, Federico Mariano, Aleksandar Žarak – chitarra

Musiche di Giuliani, Aguado


Sabato 8 agosto 2020 – ore 11
Dialogue enchantée

Paolo Zampini – flauto, Letizia Lazzerini – arpa

Musiche di Smetana, Fauré. Honegger, Ravel, Ibert


Sabato 22 agosto 2020 – ore 11
Passi sparsi. Fra scherzo e languore

Martha Rook – soprano, Cora Mariani – mezzosoprano
Neri Landi – tenore, Lorenzo Tosi – basso

Musiche di Costanzo Festa, Claudin de Sermisy e Orlando di Lasso


Sabato 29 agosto 2020 – ore 11
Tomaso Albinoni, musico di violino dilettante veneto

Giorgio Sasso – violino, Andrea Volcan – violoncello, Anna Clemente – cembalo

Musiche di Castello, Legrenzi, Albinoni


Sabato 5 settembre 2020 – ore 11
Alla maniera di Orfeo

Beatriz Oyarzabal Pinan – mezzosoprano, Gabriele Giunchi – arpa celtica

Musiche di Alfonso X el Sabio, Vivaldi, Händel, Pintos e canti medioevali

Conservatorio di Musica L. Cherubini © 2020. Tutti i diritti sono riservati. Privacy Policy
X