Back to all Post

Omaggio a Franco Zeffirelli “Lo sguardo all’ombra dell’universo”

Conservatorio di Musica Luigi Cherubini 
Piazza delle Belle Arti 2, Firenze

Sala del Buonumore Pietro Grossi
Giovedì 29 febbraio ore 18.30

Amici del Conservatorio di Musica Luigi Cherubini
Promosso e Patrocinato dalla Fondazione Franco Zeffirelli

Omaggio a Franco Zeffirelli
“Lo sguardo all’ombra dell’universo”

Poemetto in versi e prose in un tempo
di e con UGO DE VITA 

Al violoncello Andrea Sernesi 

 

“Questo è davvero quel che si dice un omaggio, la sua De Vita, è una straordinaria testimonianza poetica, parole che aprono il cuore alla musica e all’arte, al mistero della vita. 
Noi siamo un colloquio e questo nostro un passaggio.” 
Eugenio Borgna 

Omaggio doveroso ad un regista magnifico ma prima ancora ad un uomo unico per sensibilità e talento, non occorra pensare alla Santità, che egli spiegò a noi tutti nel suo Francesco e Chiara e nell’affresco cinematografico del Gesù di Nazareth.
Si pensi invece a quel gruppo di ragazzi toscani che scesero nel dopoguerra e incantarono Roma, tra loro Annina Anni, la sarta mugellano che con Mina Minestrini, vestì l’arlecchino di Strehler e firmò i costumi dell’Otello di Welles e gli amici Tosi e Donati. 
Composi il poemetto nell’arco di una estate, distillando immagini e parole, ritengo sia la mia opera più significativa, si tratta di endecasillabi e settenari “nascosti”, come nelle prose del Dossi, li inviai al mio maestro, Eugenio Borgna, ebbi conferma di un lavoro scritto per essere letto, che dal cuore possa tornare “qualcosa” di Franco Zeffirelli all’animo dello spettatore e della sua città, Firenze, che egli tanto amò. 
Ugo De Vita 

Sinossi
Una breve drammaturgia ad una voce, che si alterna a citazioni musicali d’opera, trascritte in alcuni brevi intermezzi al violoncello. 
Il poemetto risulta un chiaro scuro, tra la fine del “cammino” e il cominciamento. 
Alla idea di congedo, si aggiungono presenze, fatti, desideri, persone, passanti e personaggi di fantasia, stagioni, corpi e luoghi della vita di un uomo e un artista unico. 
Si ringraziano gli eredi Zeffirelli, Associazioni ed Enti che hanno favorito la realizzazione dell’evento. 


Ugo De Vita autore e attore, docente universitario (Roma, 1961) ha collaborato e diretto tra gli altri: Mario Scaccia, Elisabetta Pozzi, Valentina Cortese, Luigi De Filippo, Giorgio Albertazzi, Lino Capolicchio, Nando Gazzolo, Riccardo Cucciolla, Lucia Poli, Gabriele Lavia, Franco Castellano, Anna Miserocchi. 
Diplomato presso l’Accademia d’arte drammatica “S. D’Amico” dopo l’esperienza con la coppia Fo-Rame e molte collaborazioni di doppiaggio, ha portato in Italia e all’estero i suoi lavori di Teatro civile e di poesia. 


Ingresso libero fino ad esaurimento posti

X