Didattica della musica

DIDATTICA DELLA MUSICA (Canto) (Strumento)

Il corsi di Triennio sono finalizzati al conseguimento del Diploma Accademico di Primo Livello (Laurea Triennale) e all’acquisizione delle attitudini necessarie per rivolgersi al mondo professionale e a quello delle specializzazioni (Biennio di Secondo Livello, Master, ecc.).

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Didattica della musica, gli studenti devono aver acquisito competenze tecniche ed artistiche specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea didattico/artistica. In particolare devono possedere personali abilità musicali di tipo esecutivo, percettivo, analitico, creativo e comunicativo tali da poter condurre i destinatari della loro futura azione formativa ad instaurare un rapporto dinamico e stimolante con i fenomeni sonori e musicali nel loro complesso, ai fini della pratica, della conoscenza e della comprensione del patrimonio culturale musicale nelle sue molteplici forme e nelle sue valenze espressive ed educative globali; inoltre devono avere conseguito una buona autonomia progettuale ed operativa nei vari contesti formativi mediante appropriati strumenti di analisi e di conoscenza. A tal fine sarà dato particolare rilievo all’acquisizione degli strumenti pedagogici e psicologici fondamentali e allo studio delle principali tecniche strumentali e vocali e dei linguaggi compositivi relativi all’ambito della didattica della musica. Adeguate competenze devono essere acquisite nell’ambito della pratica vocale e della coralità. Particolare rilievo riveste lo studio della tecnica vocale e strumentale nella sua pratica solistica e d’insieme e nei riferimenti storici. Specifiche competenze vanno conseguite nell’ambito delle metodologie didattiche riferite all’insegnamento della musica e dello strumento elettivo o del canto. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti favorendo in maniera specifica lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli analitici della musica ed alla loro evoluzione storica. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Diploma di Scuola Secondaria Superiore (cosiddetta Maturità), salvo eccezioni di cui all’art. 24 comma 1 del Regolamento dei corsi di studio, o altro titolo di studio conseguito in una scuola non italiana e riconosciuto equipollente.

PRIMA PROVA: I candidati dovranno presentare una registrazione in video dei brani richiesti nei programmi di cui al presente link relativo allo strumento scelto o al canto:

In videoconferenza con la commissione: Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione (ai candidati è richiesto di collegarsi con un tablet o un computer che consenta la lettura di un file pdf o dello screen- sharing del brano). SECONDA PROVA: verifica delle competenze musicali e culturali generali attraverso le seguenti prove estemporanee: a. Intonazione vocale di una melodia ed esecuzione con gesti-suono di una sequenza ritmica; b. Esecuzione al pianoforte di un brano a scelta del candidato (solo per i non pianisti – si richiede di collegarsi da una stanza fornita di pianoforte, eventualmente anche digitale); c. Colloquio relativo a temi di ambito storico/musicale; d. Discussione su un breve estratto da un testo di argomento didattico-musicale; e. Colloquio relativo a interessi e motivazioni del candidato.

DIDATTICA DEL CANTO E DELLO STRUMENTO

I corsi di Biennio sono finalizzati al conseguimento del Diploma Accademico di Secondo Livello in Discipline Musicali (Laurea Magistrale) e all’acquisizione di una conoscenza approfondita di tutti gli aspetti relativi alla propria disciplina.

Al termine degli studi relativi al Diploma accademico di secondo livello in Didattica del canto e
dello strumento, gli studenti devono avere acquisito, oltre che elevate capacità tecnico-
interpretative nella specialità strumentale/vocale scelta, competenze pedagogiche,
psicologiche, antropologiche e metodologico-didattiche musicali, che consentano loro di
svolgere con efficacia attività? di docenza, di animazione, di divulgazione e di promozione
della cultura musicale in qualsiasi contesto educativo e, in particolare, nella scuola secondaria
inferiore e superiore. Inoltre adeguate competenze devono essere acquisite nell’ambito delle
metodologie didattiche riferite all’insegnamento della musica e dello strumento elettivo o del
canto, delle tecniche di consapevolezza corporea e posturale, dell’uso delle tecnologie
informatiche in ambito didattico.
A tal fine il percorso formativo prevede l’acquisizione dei contenuti e degli strumenti teorici e
metodologici fondamentali delle discipline didattico-musicali, nonché lo studio delle principali
tecniche strumentali/vocali e dei linguaggi compositivi funzionali all’azione didattico-musicale,
tenendo a riferimento gli obiettivi, i contenuti e le competenze enunciati dalla normativa
vigente, riguardanti in particolare la formazione in Strumento
musicale/Canto.

 

 

Diploma Accademico di I livello, Laurea, Diploma di Previgente Ordinamento congiunto a Diploma di Scuola Secondaria Superiore o altro titolo di studio conseguito in una scuola non italiana e riconosciuto equipollente. I candidati devono essere in possesso delle competenze sufficienti per l’esecuzione del programma di ammissione richiesto per ogni disciplina.

Registrazione in video di un programma di brani vocali o strumentali a libera scelta del candidato, della durata complessiva di almeno 20 minuti.

In videoconferenza con la commissione
PROVE PRATICHE E ORALI (ai candidati è richiesto di collegarsi con un tablet o un computer che consenta la lettura di un file pdf o dello screen-sharing del brano, nonché di avere a disposizione un pianoforte, eventualmente anche digitale): a. Esecuzione di semplici sequenze accordali al pianoforte oppure, a scelta del candidato, accompagnamento estemporaneo di una semplice melodia; b. Lettura vocale estemporanea di una frase melodica; c. Interrogazione di orientamento storico-stilistico; d. Commento di un breve testo di argomento didattico-musicale scelto dalla commissione; e. Colloquio tendente ad accertare motivazioni, interessi, esperienze didattiche e musicali del candidato.

DIDATTICA DELLA MUSICA

I corsi di Biennio sono finalizzati al conseguimento del Diploma Accademico di Secondo Livello in Discipline Musicali (Laurea Magistrale) e all’acquisizione di una conoscenza approfondita di tutti gli aspetti relativi alla propria disciplina.

Al termine degli studi relativi al Diploma accademico di secondo livello in Didattica della
musica, gli studenti devono avere acquisito competenze pedagogiche, psicologiche,
antropologiche e metodologico-didattiche musicali, che consentano loro di svolgere con
efficacia attività di docenza, di animazione, di divulgazione e di promozione della cultura
musicale in qualsiasi contesto educativo e, in particolare, nella scuola secondaria inferiore e
superiore. Inoltre adeguate competenze devono essere acquisite nell’ambito della pratica
vocale e della coralità, delle tecniche di consapevolezza e di espressione corporea, dell’uso
delle tecnologie informatiche in ambito didattico.
A tal fine il percorso formativo prevede l’acquisizione dei contenuti e degli strumenti teorici e
metodologici fondamentali delle discipline didattico-musicali, nonché lo studio dei contesti
storici e dei linguaggi compositivi funzionali all’azione didattico-musicale, tenendo a
riferimento gli obiettivi, i contenuti e le competenze enunciati dalla normativa vigente.

 

Diploma Accademico di I livello, Laurea, Diploma di Previgente Ordinamento congiunto a Diploma di Scuola Secondaria Superiore o altro titolo di studio conseguito in una scuola non italiana e riconosciuto equipollente. I candidati devono essere in possesso delle competenze sufficienti per l’esecuzione del programma di ammissione richiesto per ogni disciplina.

In videoconferenza con la commissione: PROVE PRATICHE E ORALI (ai candidati è richiesto di collegarsi con un tablet o un computer che consenta la lettura di un file pdf o dello screen-sharing del brano, nonché di avere a disposizione un pianoforte, eventualmente anche digitale): a. Esecuzione di semplici sequenze accordali al pianoforte oppure, a scelta del candidato, accompagnamento estemporaneo di una semplice melodia; b. Lettura vocale estemporanea di una frase melodica; c. Discussione su alcune ipotesi di concertazione del brano corale da cui è tratta la frase melodica proposta per la lettura vocale estemporanea; d. Interrogazione di orientamento storico-stilistico; e. Commento di un breve testo di argomento didattico-musicale scelto dalla commissione; f. Colloquio tendente ad accertare motivazioni, interessi, esperienze didattiche e musicali del candidato.

Desideri iscriverti?

Visita la pagina dedicata alle nuove immatricolazioni

Siamo sempre qui per aiutarti.

Conservatorio di Musica L. Cherubini © 2020. Tutti i diritti sono riservati. Privacy Policy
X