Composizione – Musica Sacra

il nuovo Corso di Biennio in Composizione – Musica Sacra è in via di approvazione ministeriale, pertanto ne sarà consentita l’immatricolazione solo a seguito dell’avvenuto accreditamento e relativo decreto ministeriale.
Il Biennio, primo e unico in Italia, nasce dall’accordo di collaborazione per l’istituzione di un percorso di studio integrato, finalizzato al rilascio di un doppio titolo di studio (Double Degree), tra il Conservatorio di Musica “L. Cherubini” di Firenze (Corso di Diploma accademico di II livello DCSL15 Composizione – Musica Sacra) e il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma – Città del Vaticano (Corso di Diploma accademico di II livello Composizione – Musica Sacra). L’obiettivo di questa collaborazione è di offrire agli studenti del CONSFI e del PIMS la possibilità di ottenere sia il Diploma Accademico di II livello presso il Conservatorio di Musica di Firenze sia il titolo di Licenza presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, attraverso un reciproco riconoscimento dei relativi programmi”

I corsi di Biennio sono finalizzati al conseguimento del Diploma Accademico di Secondo Livello in Discipline Musicali (Laurea Magistrale) e all’acquisizione di una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi allo specifico ambito compositivo.

Il Biennio sperimentale di Secondo livello in Composizione – Musica sacra rappresenta un percorso formativo rivolto alla specializzazione professionale, mirata a preparare responsabili di musica sacra per la liturgia, per la paraliturgia e altre analoghe attività cultuali. Scopo del corso è quello di favorire la pratica della musica sacra, continuando una tradizione formativa e professionale che ha ben caratterizzato la cultura occidentale. Fermo restando che il repertorio della musica sacra fa parte integrante della formazione tradizionale di un compositore, gli obiettivi qualificanti del percorso formativo intendono fornire avanzate competenze a quanti intendono specializzarsi in questo specifico campo della composizione musicale sacra. Tutto ciò attraverso la conoscenza e la padronanza di repertorio, contenuti e tecniche che consentano di accedere, con la preparazione adeguata, alle attività attinenti al settore in linea con i livelli europei. Lo studente dovrà affrontare, nella parte caratterizzante del percorso, corsi monografici, che gli permettano di approfondire quegli ambiti nei quali il compositore di musica sacra è chiamato ad operare con competenza e professionalità. Ai fini di una completa formazione dello studente sono altresì comprese nel settore mirate discipline musicologiche. È prevista, infine, anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale, nonché quelle relative al latino ecclesiastico.

Piano di studi

Diploma Accademico di I livello, Laurea, Diploma di Previgente Ordinamento congiunto a Diploma di Scuola Secondaria Superiore o altro titolo di studio conseguito in una scuola non italiana e riconosciuto equipollente. I candidati devono essere in possesso delle competenze sufficienti per l’esecuzione del programma di ammissione richiesto per ogni disciplina.

Per gli studenti in possesso del diploma di Composizione o del diploma della Scuola sperimentale di Composizione e del diploma di scuola secondaria superiore o titoli equipollenti e/o per gli studenti in possesso di un diploma accademico di primo livello in Composizione conseguito presso i Conservatori e gli ISSM.

Modalità online

PROVA SCRITTA – Test. Saranno presentate alcune pagine musicali con quesiti a risposta multipla inerenti: voci, strumenti, orchestrazione, stile, forma, tecniche compositive.
PROVA ORALE – Colloquio di carattere generale sulle problematiche compositive inerenti alcune composizioni presentate dal candidato, da inviare in formato pdf al Segretario verbalizzante della Commissione entro il 1 luglio 2022 alle ore 23.59. Valutazione del curriculum.

Modalità in presenza

PROVA SCRITTA – Test. Saranno presentate alcune pagine musicali con quesiti a risposta multipla inerenti: voci, strumenti, orchestrazione, stile, forma, tecniche compositive.
PROVA ORALE – Colloquio di carattere generale sulle problematiche compositive inerenti alcune composizioni presentate dal candidato.

Per gli studenti in possesso di laurea o titolo equipollente e con competenze musicali non certificate da un diploma specifico di Composizione: esame del curriculum formativo del candidato.

Modalità online

PROVE SCRITTE – Verifica delle capacità compositive e di analisi attraverso una serie di prove integrative, stabilite dalla commissione in relazione ai titoli di studio già acquisiti; al candidato sarà inviata una convocazione per lo svolgimento di tali prove.
PROVA ORALE – Prova volta all’accertamento del tipo di competenze musicali e culturali ed eventuale discussione sui lavori analitico- compositivi presentati dal candidato, da inviare in formato pdf al Segretario verbalizzante della Commissione entro il 1 luglio 2022 alle ore 23.59.

Modalità in presenza

PROVE SCRITTE – Verifica delle capacità compositive e di analisi attraverso una serie di prove integrative, stabilite dalla commissione in relazione ai titoli di studio già acquisiti.
PROVA ORALE – Prova volta all’accertamento del tipo di competenze musicali e culturali ed eventuale discussione sui lavori analitico- compositivi presentati dal candidato.

Il Candidato potrà indicare nel Modulo iscrizione online se intende sostenere l’esame in presenza o in modalità telematica 

Modalità di svolgimento in presenza: 

  1. esecuzione, a discrezione della Commissione, del programma d’esame per intero o in parte
  2. colloquio

Modalità di svolgimento telematica:

  1. invio di un video secondo le specifiche indicate nel pdf “SPECIFICHE PER L’ESAME DI AMMISSIONE” entro le ore 23.59 del 1 luglio 2022.
  2. colloquio: il link per il collegamento telematico verrà pubblicato dalla Commissione entro il giorno precedente la data dell’esame. 

SPECIFICHE PER L’ESAME DI AMMISSIONE >>

X