Composizione Multimediale e Installazione d'Arte

Docente:

Prof. Alfonso Belfiore

Durata:

25 ore

CFA:

5

FINALITA' DEL CORSO

Il corso ha l’obiettivo di promuovere l’educazione alla ricerca artistica nell’ambito dell’arte mediale, della produzione dello spettacolo attraverso le nuove tecnologie informatiche e multimediali, con particolare riferimento alla formazione di musicisti, operatori, art/director, esperti nei vari settori della multimedialità.
Il corso si pone pertanto come evoluzione, snodo e confronto tra tradizione, ricerca e innovazione; questo anche attraverso la trasmissione e l’adeguamento alle esigenze e alle potenzialità dei nuovi mezzi delle conoscenze e delle metodologie tradizionali, che possano conferire all’articolazione dei linguaggi multimediali livelli di complessità e qualità estetica.

Il corso consentirà allo studente di sviluppare:
competenze nei diversi settori della comunicazione visiva, dal cinema al teatro alla musica, al video, al web, all’installazione.
conoscenze critiche sulle problematiche artistiche inquadrate nei vari contesti storici, filosofici, culturali.
acquisire pratica nell’uso della tecnologia video/audio e dell’informatica relativa ai nuovi media finalizzata alla produzione artistica e multimediale
esperienze concrete in ambito creativo/progettuale e in ambito tecnico

FORMA DI VERIFICA

Esame sostenuto davanti a Commissione.

PROGRAMMA DI STUDIO

Definizione e radici storiche della multimedialità e dell’installazione d’arte
Gli elementi della comunicazione: parola, segno, suono, immagine, gesto, luogo, …
Arte, scienza e tecnologia
Il teatro greco (come spazio dell’immaginazione e spazio architettonico)
La Poetica di Aristotele
Riti e rituali (religiosi e di guerra)
La festa
Sacra rappresentazione
La metafora
Lo spazio architettonico
L’ambiente naturale
Il museo
Lo spazio scenico

Neurologia dell’esperienza estetica
La percezione e il cervello
Attività sensoriale e percezione della realtà
Percorsi sinaptici, collegamenti, associazioni e aperture dell’esperienza percettiva
L’esperienza estetica come “medium” per un’interpretazione della propria “anima”

Semiologia della comunicazione
Codice e comunicazione
Segno, significante e significato
Il segno “visivo” e “sonoro”
Denotazione e connotazione
La comunicazione complessa
Il “vestito” e gli addobbi (comunicazione trasversale)
Gestualità e linguaggio
Il linguaggio come strumento di manifestazione della realtà individuale e collettiva
Regolamenti e codici comportamentali individuali e collettivi
L’ordine e la legge come manifestazione di una civiltà

Le forme dei linguaggi estetici multimediali
Il teatro
Lo spettacolo televisivo
Cinema-fiction
Musical
Il melodramma
Lo spot televisivo pubblicitario
Videoclip
Videogame
La realtà virtuale
La pagina web
Il CD-Rom

Gli “spazi” contemporanei dell’esperienza estetica multimediale
La radio
La televisione
Il Teatro
Il WEB
Il computer
La natura
Il museo
L’ambiente (architettonico) come luogo di percezione estetica:
il giardino, il cortile, l’aia, il palazzo, l’abitazione, il mercato, la caserma, il cimitero, la chiesa, la scuola, il quartiere, il villaggio, la città, l’area di riposo, la camera cafè, il salotto, il fuoco, il bivacco, il caminetto, il luogo di lavoro (l’ufficio, la fabbrica, …), la propria casa, la casa altrui, il condominio, la strada, la piazza, la scena (nel teatro, cinema, televisione, museo, vetrina promozionale, lo spazio rituale), …
Architettura e simbolismo
Architettura e spiritualità

Analisi delle funzioni principali d’uso di un luogo “spazio di percezione”
uso individuale ed uso sociale:
il lavoro, il riposo, la meditazione, l’amore, il sesso, il gioco, lo svago (intrattenimento), l’incontro, il confronto, il rifugio, l’oppressione, la liberazione, la punizione, l’educazione, la formazione, l’informazione, la terapia, la cura del corpo, l’alimentazione, la memoria, lo scambio,  lo stupore, la macellazione, l’elevazione spirituale, la creatività, la speranza, l’attesa, l’oblio, l’ufficialità, l’intimità, la legalità, l’illegalità, …



PROGRAMMA D'ESAME

Analisi critica di installazioni d’arte e opere multimediali
Opere da concordare con il docente

Ideazione, progettazione e realizzazione di un’opera multimediale
Lavoro (individuale o collettivo) da sviluppare nell’ambito del corso come progetto di installazione d’arte (con eventuale realizzazione del modello) o come opera multimediale (realizzazione in DVD).

BIBLIOGRAFIA

Materiali vari raccolti in dispense a cura di Alfonso Belfiore
LA VISIONE DALL’INTERNO, Semir Zeki, Bollati Boringhieri, 2003
ARTE E CERVELLO, Lamberto Maffei – Adriana Fiorentini, Zanichelli, 1995
MUSICA ARCHITETTURA, Iannis Xenakis, Spirali, 2003 (1976)
NUOVI ORIZZONTI NELLO STUDIO DEL LINGUAGGIO E DELLA MENTE – Linguistica, epistemologia e filosofia del linguaggio, Noam Chomsky, il Saggiatore, 2005 (2000)
OPERA APERTA, forma e indeterminazione nelle poetiche contemporanee, Umberto Eco, Bompiani, 1962
LA STRUTTURA ASSENTE, introduzione alla ricerca semiologica, Umberto Eco, Bompiani, 1968
IL PROBLEMA ESTETICO IN TOMMASO D'AQUINO, Umberto Eco, Bompiani, 1970
LE FORME DEL CONTENUTO, Umberto Eco, Bompiani, 1971
TRATTATO DI SEMIOTICA GENERALE, Umberto Eco, Bompiani, 1975
GODEL, ESCHER, BACH: un'Eterna  Ghirlanda Brillante, Douglas R. Hofstadter, Adelphi, 1984
LA TEORIA DELL'INFORMAZIONE, simboli, codici, messaggi, John R. Pierce, EST Mondadori, 1963
PSICOLOGIA E ALCHIMIA, Carl Gustav Jung, Boringhieri, 1981